Home » Notizie » SeDici Architettura, ultimo appuntamento del 2016
giovedì 17 novembre a Faenza
con Massimo Iosa Ghini e ETB Tessari/Bandiera

SeDici Architettura, ultimo appuntamento del 2016
giovedì 17 novembre a Faenza
con Massimo Iosa Ghini e ETB Tessari/Bandiera

Scritto da Reclam | Notizie | 8 nov, 2016| Nessun commento »

iosa-ghini_schizzoMassimo Iosa Ghini (Bologna) e lo studio ETB Tessari/Bandiera (Treviso) sono i protagonisti dell’ultimo incontro di quest’anno del ciclo “I 16 – SeDici Architettura”, in calendario giovedì 17 novembre alla Pinacoteca Comunale di Faenza. La rassegna è organizzata e documentata dalla rivista dell’abitare Casa Premium e dalla società editoriale e di comunicazione Reclam, con il patrocinio degli Ordini professionali degli architetti e ingegneri di Ravenna e Forlì anche ai fini formativi.

Giunge al termine l’edizione 2016 di “SeDici Architettura”, gli incontri-confronti fra protagonisti esperti ed emergenti della progettazione contemporanea. La rassegna è ideata da un comitato scientifico composto da Gianluca Bonini e Giovanni Mecozzi (Nuovostudio-Ravena) e Filippo Pambianco (Cavejastudio – Forlì) e organizzata dalla rivista dell’abitare Casa Premium e dalla società editoriale e di comunicazione Reclam, con il patrocinio degli Ordini professionali degli architetti e ingegneri di Ravenna e Forlì anche ai fini formativi. Anche quest’anno le conferenze hanno avuto luogo da metà marzo a novembre 2016, in spazi prestigiosi nelle città del territorio romagnolo fra Ravenna, Forlì, Faenza, Castrocaro Terme, Cervia, Cesena.
Fra le novità dell’edizione 2016 in ogni serata, oltre alle due conferenze, è prevista anche una breve tavola rotonda, con gli ospiti della serata ed esperti invitati per l’occasione su temi di particolare attualità nei campi dell’urbanistica, dell’architettura e dell’edilizia.

 

L’ultimo incontro del calendario 2016 è in programma giovedì 17 novembre alla Pinacoteca Comunale di Faenza (via S. Maria dell’Angelo 9). I protagonisti della serata saranno Massimo Iosa Ghini (Bologna) e lo studio ETB Tessari/Bandiera (Treviso).

 

Massimo Iosa Ghini laureato al Politecnico di Milano è tra i fondatori del gruppo Bolidismo e fra i collaboratori del gruppo Memphis fondato da Ettore Sottsass. Artista, disegnatore e progettista eclettico, nel 1990 fonda la Iosa Ghini Associati, con sede a Milano e Bologna. Si occupa di progettazione architettonica e installazioni culturali e commerciali. In campo teorico partecipa a convegni, conferenze e seminari e firma numerose pubblicazioni. Recentemente si è occupato di sostenibilità «non solo come tecnologia ma anche come atteggiamento».

 

etb-tessari-bandieraETB Tessari/Bandiera (Treviso) è uno studio di progettazione urbana, architettonica e di design fondato nel 2008 da Alessandro Tessari e Matteo Bandiera, con sede a Treviso e Siviglia (Spagna). Lo studio si dedica alla ricerca progettuale attraverso la partecipazione a concorsi internazionali di cui è risultato vincitore in varie occasioni e in particolare nel progetto per il Centro Multifunzionale di Sappada, il progetto per il Museo Archeologico di Punta Umbria (Spagna) e il progetto per la Senior City di Cortina D’Ampezzo. Tessari e Bandiera svolgono anche attività didattiche e formative in Università italiane e all’estero.

 

Dopo gli interventi dei relatori, seguirà la tavola rotonda “Arte e design per l’identità cittadina”: Ha ancora senso parlare di arredo urbano: quali funzioni e quali strumenti utilizzare fra centri storici e periferie?, dialogo fra i relatori della conferenza e altri esperti sul tema. A cura della rivista dell’abitare “Casa Premium”.

 

cover-foto-3In occasione della conferenza, sarà distribuito l’ultimo numero della rivista, edizione Novembre 2016: un fascicolo di ampia foliazione, 80 pagine, nel nuovo grande formato, ricco di immagini e dedicato – con articoli e servizi di qualificati giornalisti e autori specializzati – a tutte le declinazioni dell’abitare e del vivere urbano, fra architetture domestiche, urbanistica, topografia, storia e paesaggio, stile e design, società ed economia.

 

Gran parte delle sezioni di questo numero sono dedicate a Faenza con un servizio dedicato ad una villa d’autore firmata dall’architetto Bucci nella campagna di Errano, una ricognizione fra storia ed evoluzione del centro storico, l’eccellenza della ceramiche fra arte e design e della pianificazione urbanistica del territorio faentino recentemente premiata all’Urbanpromo di Milano. Inoltre le originali rubriche fra viaggi letterari, spazi culturali, moderne e innovative prospettive dell’architettura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

poster1 copyPrima dell’inizio dell’ultima conferenza, è aperto a tutti i partecipanti dell’incontro l’A+4studio, fucina faentina di idee e progetti dell’architetto Paolo Rava (un edificio con caratteristiche costruttive e di restauro estremamente innovative) che per l’occasione ospita anche una mostra del fotografo Alvise Raimondi. Sia Rava che Raimondi, lo ricordiamo sono già stati relatori della nostra rassegna. Lo studio è in via Montini 4a, in centro storico a Faenza, a pochi passi dalla Pinacoteca dove si terrà la conferenza (per adesioni tel. 329 0073377 – alvise.raimondi@gmail.com)

 

 

 

 

 

La serie di conferenze è resa possibile grazie al fondamentale sostegno di TBT, Fitos, Arka e Artigiana Legno, e con la collaborazione di ASPPI. Aziende partner: Pandolfa, Terme di Castrocaro, Oggetti D’Autore, Studio T, De Stefani Spa.

 

 

Programma della serata: ore 20, apertura e registrazione crediti formativi; ore 20.40, intervento di ETB Tessari/Bandiera (Treviso); ore 21.20, intervento di Massimo Iosa Ghini (Bologna); ore 22.15, tavola rotonda; ore 23, saluto conviviale.

Lascia un commento